Se c’è un dio…


Perché, anche nelle espressioni più pure e più alte di me
ci deve essere un pezzo di stoffa a coprirmi l’ultimo miglio,
sequestrato per forza maggiore, da un settimo arcano sigillo,
un piatto di lenticchie per sentirmi anch’io primogenito,
picciriddu poi sempre; pizzo dovuto a un dio mafioso.

Esco in balcone alle prime luci dell’alba,
la terra è un trionfo: luce, rugiada, aurora rosata;
il mezzo del dì, col sole allo zenit, offro al sole i primi fusilli;
esco col cane al giuncheto, c’inoltriam fra le canne,
come un persico mi fendo liscio nell’acqua del lago;
e viene la notte e scivolo nudo nella corrente dei sogni.

Siam fatti per essere nudi e non per coprirci di un biiip.
Al diavolo toghe, perizomi, camicie, giacche e cravatte,
in omaggio a un dio effimero e vano: anche Lui veste Prada?
Fin che vivo, son fatto di carne, di ossa, di grasso, di pelle.
Gran meraviglia: e tutto che vive, mi commuove il pensiero.

No! Non umiliarmi con un paio di braghette di tela.
Non ti piace il rosa dei fiori di pesco, l’oro di un campo di grano?
Via! All’aria straccetti che condannano ai Piombi il fior della vita.
Preferisco grufolar nella mota, che vestir tue candide bende.

Se c’è un dio, è nella brezza che mi accarezza la pelle,
nel respiro profondo della brezza il mattino,
nel sole che mi scotta il meriggio, nel fresco di un bagno,
nel tepor delle coltri la notte, che mi concilia col tutto e con me.

Informazioni su Vittorio Volpi

Mi interesso di lingue e di libri. Mi piace scoprire le potenzialità espressive della voce nella lettura ad alta voce. Devo aver avuto un qualche antenato nelle Isole Ionie della Grecia, in Dordogna o in Mongolia, sicuramente anche in Germania. Autori preferiti: Omero, Nikos Kazantzakis, Erwin Strittmatter e “pochi” altri. La foto del mio profilo mi ritrae a colloquio con un altro escursionista sulle creste attorno a Crocedomini: "zona di contatto"

Pubblicato il 2 ottobre 2012 su Atteggiamenti sociali, Poesia. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 2 commenti.

  1. Gianni Bianchini

    Scusa Vittorio, ma questa volta non posso proprio condividere ciò che dici. Sebbene il 90% sia giusto, usi dei termini che trovo offensivi per molti.
    Parli di “un dio mafioso, effimero e vano”, non tenendo conto che: 1) è un punto di riferimento per molte persone, anche naturisti (tra cui lo scrivente), che pur condividono il resto dello scritto; 2) non è in omaggio a Lui che c’è la prescrizione del coprirsi, ma per l’ottusità di una mentalità dominante che tende ad associare il nudo al sesso.
    L’unico appiglio che trovo è il fatto che lo scrivi minuscolo, lasciando pensare che non in parli di Dio, ma semplicemente di un dio impersonale, ma i riferimenti biblici, insieme al pronome “Lui” con la maiuscola non lasciano speranze di fraintendimento.
    Concludo quindi dicendo che questo articolo ha inferto in me un profondo dolore, come ho avuto modo di scrivere nel libro che tu hai letto.

    Mi piace

    • Vittorio Volpi

      Pensi che avrei dovuto autocensurarmi? Il sapere come la pensi poteva/doveva frenarmi dall’esprimere la mia opinione? Avresti tu allora limitato la mia libertà. Dovevo mettre un paio di mutande alle mie opinioni?
      Puoi addolcire la pillola come vuoi (pensando a un dio impersonale con la minuscola, che questo dio “effimero e vano” è quello alla moda costruito dai teologi, quello che si adegua ai tempi per sopravvivere, vestendosi moderno), puoi anche dirmi che interpreto male i simboli biblici (“settimo sigillo” e “lenticchie”), non son forte in ermeneutica, *a me* questo mi dicono e mi spiegano perché siam giunti a ‘sto punto. Non è infine “mafioso” un dio (o chi per lui) che mi aspetta alla resa dei conti? È fede genuina, gratuita, liberatrice? Mi pare più umana una fede “primitiva”, animista.
      Se mi credi, non volevo offendere né te, né nessun altro lettore. Esattamente come la mia nudità, fisica, naturale, banale non offende nessuno. E così deve essere. Perché è proprio da qui che dobbiamo partire.

      Mi piace

Lascia un tuo contributo

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

MOUNTAIN SOUND

LA' DOVE VIVONO GLI ANIMALI

nude races

Copyright Enterprise Media LLC 2010-2017

Fools Journal

Magazine di cultura: letteratura, fotografia, arte, moda, queer life, eventi, musica, cinema, attualità

Aurora Gray Writer

Writer, dreamer, voracious reader and electric soul.

Gabriele Prandini

Informatico e Amministratore

Clothing Optional Trips

We share where we bare. Enjoy your trip.

silvia.del.vesco

graphic designer, photographer and fashion stylist

mammachestorie

Ciao, mi chiamo Filippo, ho 6 mesi e faccio il blogger

GUIDAXG

La guida agli eventi per giovani menti

Matteo Giardini

… un palcoscenico alla letteratura! ...

Cristina Merlo

Counselor e Ipnotista

PRO LOCO VALLIO TERME

Promuoviamo il turismo a Vallio Terme eventi - sport - cultura - enogastronomia

I camosci bianchi

Blog di discussione sulla montagna, escursionismo, cultura e tradizioni alpine

Al di là del Buco

Verso la fine della guerra fredda (e pure calda) tra i sessi

The Naturist Page

Promoting social non-sexual Naturism & nudism

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: