Un nuovo libro: “e poi c’è CAP D’AGDE”


Fresco, freschissimo, è infatti di ieri l’avviso della disponibilità di questa nuova fatica editoriale di un infaticabile amico che da tempo bazzica quell’inimitabile comunità de iNudisti alla quale il libro è dedicato.

Centodieci pagine condite di episodi vissuti in prima persona dall’autore, intrise di umorismo e anche di seria considerazione. Una lunga galoppata all’interno di un mondo misconosciuto eppure tanto presente nella società italiana e anche mondiale, il piacere (o il fastidio 🙂 ) di leggersi o di leggere di altri a noi più o meno conosciuti.

Non nasce come guida per chi voglia avvicinarsi alla nudità estesa oltre i soliti pochissimi intimi momenti, eppure può anche esserlo. Non è un manifesto propagandistico a sostegno di uno stile di vita, eppure può anche diventarlo. Non è un romanzo nudista, eppure romanza comunque un mondo. E’ di certo una lettura per tutti!

Ad un costo veramente irrisorio, è acquistabile on-line sia in versione cartacea che come e-book

libsiman

Informazioni su Emanuele Cinelli

Insegno per passione e per scelta, ho iniziato nello sport e poi l'ho fatto anche nel lavoro. Mi piace scrivere, sia in prosa che in versi, per questo ho creato i miei due blog e collaboro da tempo con riviste elettroniche. Pratico molto lo sport e in particolare quelli che mi permettono di stare a contatto con Madre Natura e, seguendo i suoi insegnamenti, lasciar respirare il mio corpo e il mio spirito.

Pubblicato il 21 aprile 2015, in Racconti con tag , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 27 commenti.

  1. angelo e simonetta

    Grazie Emanuele per la bellissima recensione (va a finire che mi monto la testa). 🙂
    Angelo (siman)

    Mi piace

  2. Scusa Emanuele. Ho letto qualcosa che potrebbe essere una recensione (o una sintesi?) di quel libro, o comunque un blog (gnoccatravels) che presenta Cap d’Adge e menzionato su Facebook facendo riferimento a quel libro. Quindi credo che siano sullo steso binario. Sarai tu, eventualmente, a smentirmi. Questo blog (e forse anche il libro?) presenta Cap d’Adge come “Il Vaticano del sesso”, descrivendo scene di normale perversione vissuta nei più diversi frangenti e ambienti, descrivendo come là sia possibile, anzi normale, fare sesso in tutti i modi, e davanti a tutti.
    Io ho sempre capito che il naturismo fosse un’altra cosa: nudità come cosa normale, vissuta in normalità, e non come occasione e strumento di ricerca dell’eccitazione e quindi del sesso. Io non sono per la castità tout-court (se si dice così…), ma credo che tra nudità e sessualità la differenza sta nell’intimità che è richiesta a quest’ultima. Siamo nati nudi, è vero, ma gli atti sessuali li facciamo ad una certa età, quando vediamo il corpo dell’altro sesso con un’ottica che non ha niente a che fare col naturismo. Allora, se il naturismo è un’orgia legalizzata… ho sbagliato tutto! Ho accettato e desiderato il naturismo quando ho scoperto, dopo aver consultato persone, associazioni siti (quelli seri…), che il naturismo è nudità dissociata dal sesso. Ora vedendo questo blog (che da quel che ho capito è sulla falsariga del libro), mi si mette in dubbio tutto quello che ho creduto, tutto quello su cui ho puntato… se le cose stanno davvero così, dovrò rivedere un sacco di cose. Ti prego: dimmi che non è vero!

    Mi piace

    • Invece di fare illazioni su quello che hai visto da altre parti a cui mi chiedo come tu possa essere arrivato, perchè non vai a vedere sul sito dove il libro è in vendita e di cui ho dato i link? Tropo semplice? Troppo facile?

      Mi piace

  3. Bè, il fatto che le chiami “illazioni” mi incoraggia, ma purtroppo, oltre che il sito di cui ho messo il link, e postato su Facebook nientemeno che dall’ANITA, c’è il fatto che questa descrizione va a sostegno di molte voci che ho sentito in questo senso. Ma fin qui non c’è niente di male: si racconta una realtà non naturista, e un naturista sa che non deve andare a Cap d’Adge. Ma quando da una parte la fama di un certo luogo lo fa conoscere in un certo modo, e dall’altra persone che stimo, come te, come i vari soci di ANITA, e altri amici naturisti ne fanno apologia, francamente non ci capisco più niente… Cioè: o che sono false le notizie che ho avuto (per sentito dire…) su Cap d’Adge, o le persone che stimavo devo un po’ rivalutarle…

    Mi piace

    • A Brescia, come in moltissime altre città, ci sono diversi club privè, questo vuol dire che tutti i bresciani, e gli altri cittadini, sono dediti a quanto in tali club avviene? Comprati il libro, leggilo e poi … e poi stop, che non c’è altro da dire.

      Mi piace

  4. Marco Cattaneo

    In ogni caso Cap non è esattamente solo quello che si racconta, ci vado da 16 anni e credo di essere al di spora di ogni sospetto…

    Liked by 1 persona

  5. angelo e simonetta

    A Gianni Bianchini ed ovviamente a tutti coloro che avranno voglia di leggere:
    Ciao, mi chiamo Angelo Manarola e sono l’autore del libro su cui stai discutendo. Sicuramente non è e sarà mai un libro cult; è solo un romanzetto ironico sul nudismo ma anche, se posso permettermi, sui contrari al nudismo. Quello che mi stupisce, perdonami, è che a mio parere non hai letto attentamente neppure il titolo.
    E poi c’è Cap d’AGDE…
    Rifletti sulla primissima lettera, la “E” e sui puntini di sospensione successivi. Non ti dicono davvero nulla? Credi davvero che i moderatori di un sito nudista serio come INudisti.it e lo stesso blogger in cui stiamo scrivendo, avrebbero accettato, recensito e sponsorizzato un inno alla trasgressione? Se lo pensi davvero, questo non ti fa omore.
    Argomento “Gnoccatravel”: sono andato a vedere il sito da te nominato per vedere se il mio libro è menzionato: non l’ho visto. Forse su FB? Non saprei “IO” non sono iscritto a quel gruppo. La -gnocca- se e quando voglio vado a cercarmela da solo senza bisogno di frecce indicatrici dove trovarla.
    In ogni caso essendo sicurissimo che tu non sia un fan di quel sito e dei suoi frequentatori ti chiedo di prendere ipoteticamente una bilancia a due piatti e di metterne, su uno, Emanuele Cinelli e sull’altro l’intera comunità che scrive laggiù. Secondo te quale è il piatto intelligentemente, moralmente e credibile più pesante? Solo per questo, forse, avresti dovuto riflettere più a fondo prima di postare (sempre senza offesa naturalmente).
    Discorso Cap d’Agde, visto che dici di non esserci mai stato.
    E’ davvero così trasgressivo come molti dicono? Assolutamente SI.
    E’ davvero così SOLAMENTE trasgressivo? Assolutamente NO.
    Intando sfatiamo la cosa che si può fare sesso ovunque: a parte una piccolissima e distante fetta di spiaggia è tranquillo quanto i villaggi nudisti in Corsica.
    Anzi, se tu fai parte dei nudisti che amerebbero poter star nudi ovunque allora Cap andrebbe bene: laggiù puoi girare nudo (anzi molti cartelli invitano a farlo) ovunque negozi compresi anzi: negozi di alimentari compresi. Certo nelle zone centrali, quelle della movida, alla sera è carnevale ma….nessuno ti obbliga ad andarci.

    Per ultimo. Non posso certo invitarti a leggere il mio libro e non perché ci guadagnerei (l’intera somma che deriverà dalla vendita va direttamente e totalmente alla moderazione dei nudisti.it quale piccolo aiuto economico. Di fatto io non tocco neppure un centesimo).
    Però, caso mai fossi restio a spendere 5 euro per una cosa che ti pare così amorale, se posti qui la tua mail ti mando volentieri la copia in pdf gratuitamente
    Ciao Gianni e ciao a tutti.

    Mi piace

  6. Innanzitutto devo chiedere scusa a Emanuele per un grave errore nel mio post: non ho menzionato il link in oggetto, e provvedo ora: LINK rimosso (non è ammessa pubblicità a siti di questo genere). Questo link è stato postato su Facebook dall’ANITA, inserito il 20 aprile da AFenice, che a sua volta l’ha condiviso da Siman (https://www.facebook.com/photo.php?fbid=1659511204270688&set=pcb.1659511237604018&type=1&theater). Tutte persone che stimo, ma dopo che ho letto questo link, mi sono cadute le braccia. Io non ho letto il libro, e se non lo prendo non è per il costo, ma 1) perché ho decine di libri (di cui una decina sul nudo-naturismo) che ho preso con l’intenzione di leggere, ma poi non trovo mai il tempo; 2) nello specifico, non vorrei rischiare di trovarci contenuti simili a quelli del link che ora ho dato. Infine specifico che non sono affatto fan del sito “gnoccatravel” (tutt’altro!), ma che mi ci sono imbattuto infaustamente col link di Facebook menzionato, che mi ha fatto crollare il mondo sulla mia idea del nudo-naturismo. Se hai/avete modo di rassicurarmi in tal senso, e di farmi desistere dall’idea maturata in seguito questi link (e altri discorsi sullo stesso tenore) di abbandonare il naturismo… vi sono molto grato.

    Mi piace

  7. Marco Cattaneo

    Gianni il link postato su Fb non lo trovo nel gruppo A.N.ITA., ho chiesto anche alla moderazione, sul Fb esiste solo la pubblicità del libro…
    Possibile sia stato pubblicato da qualcuno e poi rimosso, non lo trovo assolutamente. Ma sicuramente non è stato postato da A.N.ITA! Ci conosci da anni…
    Su Cap io consiglio sempre di valutare sulla propria esperienza. Io li ho trovato solo amicizie che mi hanno aiutato a superare momenti duri della mia vita e giornate di relax in serenità.

    Mi piace

    • angelo e simonetta

      Che il link del libro sia o meno sulla pagina FB di Anita non ha importanza (ovvio che, secondo me, visto che Anita è ospitata sul sito de Inudisti.it e dato che le vendite vanno a loro, troverei simpatico se non addirittura “obbligatorio” che anche una Associazione famosa, e ospitata gratuitamente, li aiutasse).

      Ciò che, invece, mi lascia perplesso (forse se ho capito bene è capitato anche a Emanuele Cinelli) è il fatto che un titolo con dentro le parole Cap d’Agde abbiano AUTOMATICAMENTE fatto pensare a cose turpi con la motivazione di AVERLE VISTE su un blog di GNOCCATRAVEL e sulla SUA PAGINA di Facebook.
      Chissà forse GNOCCATRAVEL, tra i suoi TRAVEL, organizzerà trekking nudisti in Liguria. Va’ a sapere.

      Mi piace

  8. Marco Cattaneo

    Angelo, c’è il link del libro! ed è giusto che ci sia! Il link a cui alludo e che mi ha segnalato Gianni è un altro che nulla ha a che vedere con il naturismo… e che tu ha bene quale essere ma che nel gruppo FB di Anta non c’è…non so dove Gianni lo abbia visto. Anche la moderazione non lo ha trovato.

    Mi piace

    • Massimo lanari

      Caro Gianni, il libro è uno specchio simpatico da cui passano più o meno tutti i nudisti quando iniziano a spogliarsi. Che a CAP si faccia sesso, direi cosa più che normale. Credo venga fatto anche nel Vaticano a cui alludi. Ovunque e davanti a tutti? Ti ha già risposto Siman, non ripeto. Anche io ho girato quel sito e FB, e mi abrava strano che meno di 24 ore dalla notizia, già fosse su un sito che si occupa di sesso, mentre il libro no.
      Piuttosto, che ci facevi su un sito porno? Studiavi la prossima passeggiata montana?
      Sei sempre stato acido nel tempo col sito, non mi pare che hai mai avuto occasione di essere allontanato, rifiutato, o chissà cos’altro. Anzi, tutto il contrario.
      Come ti ha fatto notare Siman, lascia lui, ma il sito che ha dato l’imprimatur, il Cinelli che pubblicizza, non è di per se garanzia sufficiente? Mi cadono le braccia, oltre ad altro innominabile.

      Mi piace

    • Non era polemica (su Anita) ma plauso.
      Mi spiace di essermi espresso evidentemente male. 🙂

      Mi piace

  9. Marco Cattaneo

    Tranquillo Siman non ho inteso nessuna polemica, figurati.

    Mi piace

  10. Scusate, ho dovuto assentarmi un po’ e leggo ora i messaggi che mi vedono come protagonista (in negativo, direi), e quindi provo a rispondere.
    “…un titolo con dentro le parole Cap d’Agde abbiano AUTOMATICAMENTE fatto pensare a cose turpi con la motivazione di AVERLE VISTE su un blog di GNOCCATRAVEL…”. Come ho detto quelle di quel blog non erano né le prime né le uniche voci in merito: ho chiesto ad altri frequentatori, e tutti, chi enfatizzandolo di più chi di meno, chi vedendolo come un lato negativo chi positivo, tutti mi hanno detto più o meno la stessa cosa.
    “Che a CAP si faccia sesso, direi cosa più che normale. Credo venga fatto anche nel Vaticano a cui alludi”. Che si faccia sesso e sia normale siamo d’accordo: essere naturisti non vuol dire verginelli. Ma una cosa è farlo nella propria tenda o bungalow o suite… e una cosa farla davanti a tutti … e poi dire che quello è naturismo! E la risposta che mi avrebbe dato Siman in merito non la trovo…. Comunque, paragonarlo al sesso che si fa in Vaticano mi sembra un po’ fuori luogo: in Vaticano faranno anche sesso, ma non davanti a tutti, ed è lì la differenza.
    “Piuttosto, che ci facevi su un sito porno?”. Semplice: ci sono finito col link di cui parlavo, e che poi, forse in seguito a tutta sta cagnara, l’autore l’ha tolto. Meno male che avevo copiato il link in un documento word così poi ho potuto copiarlo qui… salvo poi scoprire che non c’era più. Se sapevo così avrei fatto uno screenshot (credo si chiami così) della pagina visualizzata.
    “Sei sempre stato acido nel tempo col sito”. Di questo non me ne sono mai reso conto. Se ti riferisci ad idee diverse da Emanuele, è vero: abbiamo esperienze diverse, ma da qui all’acido… se è vero chiedo scusa!
    E ora buona notte, perché sono cotto.

    Mi piace

    • Non è ammesso inserire più di un link nei commenti per cui il sistema aveva messo il tuo post in moderazione e ho potuto solo ora approvarlo.
      Il post di Facebook non manda assolutamente sul sito porno ma è solo la foto del retro di copertina di questo libro, come tu si sia finito su quel sito di certo non ha nulla a che vedere con il post su Facebook.
      Per il resto ti hanno già risposto più che adeguatamente.

      Mi piace

  11. “Il link c’era ma non sei su un forum, qui non ammetto pubblicità a siti pornografici” (Risposta 23 aprile 2015). Ah, ecco, allora non era stato un mio errore (so di essere imbranato in informatica, ma stavolta la colpa non è stata mia!). Comunque quella non è pubblicità ad un sito porno, in quanto io ne ho parlato in senso negativo, sempre che uno si degni di leggere quello che scrivo… (a questo punto un po’ di acidità ci può anche stare, no?)
    “Il post di Facebook non manda assolutamente sul sito porno … come tu si sia finito su quel sito di certo non ha nulla a che vedere con il post su Facebook”. A questo ho già risposto: il link è stato rimosso DOPO che avevo scritto qui i commenti. Se sapevo che l’avrebbero rimosso non mi sarei preso la briga di scrivere quanto ho scritto, non ti pare? Anzi, mi sa proprio che l’abbiano rimosso in seguito a quanto ho scritto (idea mia…)

    Mi piace

  12. angelo e simonetta

    Forse l’avranno rimosso perché, dopo averlo letto, si sono accorti che non era porno.
    Evidentemente non sei stato l’unico ad aver fatto due più due leggendo solo il titolo…

    Mi piace

  13. Forse bisognerebbe prima leggere il libro… da un titolo non credo si possa necessariamente risalire al tipo di contenuto. Io lo farò. Molti titoli possono essere equivocati se non se ne conosce esattamente il tema trattato, capita nei romanzi, nei saggi, nella narrativa.
    La località Cap d’Adge indubbiamente suscita sempre curiosità pruriginose soprattutto a chi non ci è stato mai.
    Ma posso garantire, per esperienza personale, in un posto che può ospitare oltre 30 mila persone (vera e propria città) non necessariamente tutti vanno lì per fare sesso. Si può tranquillamente praticare il naturismo nel senso più puro del termine se è quello che si vuole. Come si può andare lì e lasciarsi travolgere dal sesso mercificato e organizzato. La libertà è anche questo. Questione di scelte.
    Credo che il tema sia stato ampiamente trattato, ma sempre e comunque attuale!

    Mi piace

  14. Sarà che io non abbia voce in capitolo perché non ho letto il libro e perché non sono mai stato a Cap, però credo che nessuno possa smentirmi o mettere in dubbio che là si facciano, seppur in zone ben delimitate, cose che sono completamente inconciliabili con la filosofia del nudo-naturismo, e che questo non fa che affilare le armi a chi parla contro il nudismo. Quindi io sono della ferma convinzione che un nudista non debba neanche prendere in considerazione di frequentare un luogo dove è anche solo tollerata una condotta contraria alla filosofia del nudismo.
    Se qualcuno arriverà a convincermi che il nudo-naturismo può tollerare al suo interno certe condotte, allora vorrà dire che dovrò chiudere definitivamente col nudismo, perché vorrebbe dire che quello che era una mia convinzione di cosa fosse il nudismo prima che lo scoprissi (e cioè una specie di orgia legalizzata), non era un errore come imparai con l’inizio della mia attività, ma una triste realtà. E questo non posso tollerarlo.

    Mi piace

  15. angelo e simonetta

    Visto che tu non tolleri molte cose, adesso ti dico cosa non tollero io.
    Non tollero che dal solo titolo di un libro…non solo non letto ma che si afferma persino di non voler leggere, vengano messe giù un sacco di puerili, sciocche e infondate (fino a prova contraria) accuse.
    Neppure ti sei scusato con Emanuele Cinelli per essere entrato in calunniose accuse nel suo blog. Hai versato insinuazioni gratuite senza essere riuscito a dimostrare nulla.
    Tu dici di voler abbandonare il nudismo perché si parla di Cap d’Agde? Io farò di più: abbandonerei subito il nudismo se tutti i nudisti fossero persone ottuse come te.
    Senza dimenticare comunque che l’unico utente in questa discussione, che ha ammesso di essere entrato a leggere GNOCCATRAVEL…sei stato tu!

    Mi piace

  16. Se non si leggono le cose, ovvero il libro e le risposte, poi si fanno solo figure barbine: il libro invero parla del sito de iNudisti e dei suoi frequentatori, Cap d’Agde in se e per se c’entra proprio una virgola e questo rende assurda e ridicola di tutto questa diatriba. La onde per cui, visto che tale discussione è decisamente fuori tema e fuori luogo non avendo nessun collegamento con il libro in questione, con il nudismo e con questo blog, ogni ulteriore intervento che esuli dal contesto specifico dell’articolo (il libro e i suoi contenuti… veri) verrà irrimediabilmente eliminato.

    Mi piace

  17. Ho finalmente letto il libro “incriminato” e non posso che confermare quanto espresso da Emanuele Cinelli nella sua presentazione. L’ho trovato veramente gradevole, letto praticamente in una sera mentre ero di soggiorno al “Terramare” in Toscana, quale posto migliore. Ho fatto però una riflessione: il rischio è che venga letto soltanto dagli “addetti ai lavori” vale a dire nudisti/naturisti veri, e non arrivi, come mi piacerebbe che fosse, ad un pubblico più esteso, ma ho già deciso di fargli pubblicità presso coloro i quali mi fanno domande (sempre le stesse) sul mondo del naturismo. Questo libro rappresenta, a mio avviso, una ottima introduzione a questo nostro meraviglioso mondo.

    Liked by 1 persona

Lascia un tuo contributo

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

nude races

Copyright Enterprise Media LLC 2010-2017

Fools Journal

Magazine di cultura: letteratura, fotografia, arte, moda, queer life, eventi, musica, cinema, attualità

Aurora Gray Writer

Writer, dreamer, voracious reader and electric soul.

Gabriele Prandini

Informatico e Amministratore

Clothing Optional Trips

We share where we bare. Enjoy your trip.

silvia.del.vesco

graphic designer, photographer and fashion stylist

mammachestorie

Ciao, mi chiamo Filippo, ho 6 mesi e faccio il blogger

Matteo Giardini

… un palcoscenico alla letteratura! ...

Cristina Merlo

Specialista in Relazioni di Aiuto: Counselor e Ipnotista

PRO LOCO VALLIO TERME

Promuoviamo il turismo a Vallio Terme eventi - sport - cultura - enogastronomia

I camosci bianchi

Blog di discussione sulla montagna, escursionismo, cultura e tradizioni alpine

Al di là del Buco

Verso la fine della guerra fredda (e pure calda) tra i sessi

The Naturist Page

Promoting social non-sexual Naturism & nudism

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: