#TappaUnica3V metodo e scienza


Escursione al Monte Trabucco

È diverso tempo che non scrivo in merito a questo mio viaggio, non che sia stato fermo, anzi gli allenamenti continuano a ritmo assai intenso e sto scoprendo un mondo che fino ad oggi m’era sempre risultato ostico e spiacevole: quello della corsa.

Visto i problemi pregressi e l’anticipata fine del tentativo di quest’anno (2017), ho deciso di incrementare al più possibile le mie potenzialità fisiche, ovvero aumentare sensibilmente la mia velocità di cammino e la mia resistenza in velocità, obiettivi, questi, che, visto che già viaggiavo a ritmi abbastanza sostenuti, mi hanno necessariamente indotto a intensificare gli allenamenti corsaioli e, soprattutto, a renderli metodici e scientifici.

Durante la 50km dell’Anello Alto del 3V, fatta in 18 ore

È stato tutt’altro che facile trovare delle indicazioni precise sul come agire: la stragrande maggioranza degli articoli che nel titolo promettono rivelazioni importanti in realtà si limitano a dare indicazioni molto generiche e sfuggevoli giustificandosi con la necessità di personalizzare le tabelle di allenamento. Si, d’accordo, per un atleta di alto livello sicuramente il discorso regge, ma per chi vuole semplicemente mantenersi in forma, per l’escursionista evoluto, per il runner e il trailer amatoriali, così come viene concretamente fatto per il fitness (i cui istruttori hanno compreso che così facendo piuttosto che inibirsi l’acquisizione di clienti si fanno pubblicità pressoché gratuita e ad alto potenziale di successo), credo che sia possibile definire criteri e tabelle generici da proporre anche attraverso il web. Cerca che ti ricerca ecco che incappo nei primi siti interessanti ai quali ne seguono man mano altri e le informazioni che cerco saltano fuori, eccome se saltano fuori, scientifiche, belle, semplici, chiare, facile da seguire e da mettere in pratica, in particolare ho usato e sto usando:

Una 30km tiratissima: traversata del Gugliemo in 7 ore

“Running Italia” e “Runners World Italia” sono siti ricchi di tantissime altre utili informazioni sulla corsa, ambedue hanno un profilo su Twitter. Più spostati sugli aspetti medico-sportivi e riabilitativi, comunque altrettanto interessanti, i siti “Albanesi” e “My Personal Trainer”. Attraverso Google+, invece, ho trovato e seguo il sito “Salute in Movimento” con tantissimi video di Fitness.

Man mano che trovavo informazioni le sperimentavo ed ora ho sviluppato un completo programma di allenamento che sto seguendo con metodo e costanza:

  • ogni mattina dei giorni feriali dieci minuti di ginnastica, in particolare per potenziamento addominali e dei distretti muscolari a protezione delle ginocchia; seguirà anche il potenziamento delle braccia (importanti nelle discese);
  • inizialmente li ho fatti tutti i giorni anche più volte al giorno, pervenuto ad un certo risultato, dovendo dare priorità ad altri lavori, li ho resi meno costanti e li faccio nei momenti più vari della giornata, sono gli esercizi alla tavola oscillante per il miglioramento della propriocettività;
  • In vetta alla Corna Blacca durante la 50km dell’Anello Alto del 3V

    nei giorni infrasettimanali esco a correre, quattro volte su cinque, a tal fine ho comprato delle scarpe specifiche da corsa su strada; inizialmente erano tutte uscite su strada piana, dalla settimana scorsa ho inserito anche la salita, sempre su strada asfaltata (per ora): due volte in piano (sono al livello quattro della metodica Albanesi) e due in salita (sto per passare al livello due della metodica Albanesi);

  • il sabato percorso di montagna in velocità con molta corsa, sempre più tanta; di base su distanze limitate (da sette a quindici chilometri), una volta al mese su distanze maggiori; in primavera aumenterò in progressione le distanze nelle singole uscite e, di riflesso, i chilometri settimanali.
  • la domenica escursione camminata, anche qui con variabilità di chilometri.

I risultati si stanno manifestando con una bella crescita del mio potenziale fisico e la riduzione dei dolori a ginocchia e schiena, ormai pressoché svaniti. Vaiiiiiiii!

Perlustrazione in alta Val di Braone: 20km , di cui 6 su impegnativo terreno libero, in 5 ore e 45

Informazioni su Emanuele Cinelli

Insegno per passione e per scelta, ho iniziato nello sport e poi l'ho fatto anche nel lavoro. Mi piace scrivere, sia in prosa che in versi, per questo ho creato i miei due blog e collaboro da tempo con riviste elettroniche. Pratico molto lo sport e in particolare quelli che mi permettono di stare a contatto con Madre Natura e, seguendo i suoi insegnamenti, lasciar respirare il mio corpo e il mio spirito.

Pubblicato il 13 ottobre 2017 su Motivazioni del nudismo. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un tuo contributo

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

MOUNTAIN SOUND

LA' DOVE VIVONO GLI ANIMALI - MATTIA DECIO PHOTOGRAPHER

nude races

Copyright Enterprise Media LLC 2010-2017

Fools Journal

Magazine di cultura: letteratura, fotografia, arte, moda, queer life, eventi, musica, cinema, attualità

Aurora Gray Writer

Writer, dreamer, voracious reader and electric soul.

Gabriele Prandini

Informatico e Amministratore

Clothing Optional Trips

We share where we bare. Enjoy your trip.

silvia.del.vesco

graphic designer, photographer and fashion stylist

mammachestorie

Ciao, mi chiamo Filippo, ho 6 mesi e faccio il blogger

GUIDAXG

La guida agli eventi per giovani menti

Matteo Giardini

… un palcoscenico alla letteratura! ...

Cristina Merlo

Counselor e Ipnotista

PRO LOCO VALLIO TERME

Promuoviamo il turismo a Vallio Terme eventi - sport - cultura - enogastronomia

I camosci bianchi

Blog di discussione sulla montagna, escursionismo, cultura e tradizioni alpine

Al di là del Buco

Verso la fine della guerra fredda (e pure calda) tra i sessi

The Naturist Page

Promoting social non-sexual Naturism & nudism

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: