Imbrogli di stato 2


La crescita demografica è ben altro che un vantaggio, è solo la distruzione sempre più veloce delle risorse naturali, già oggi inesorabilmente in continuo calo: nell’anno consumiamo il doppio di quanto la terra possa ricostruire.

sky earth galaxy universe

Photo by Pixabay on Pexels.com

Informazioni su Emanuele Cinelli

Insegno per passione e per scelta, ho iniziato nello sport e poi l'ho fatto anche nel lavoro. Mi piace scrivere, sia in prosa che in versi, per questo ho creato i miei due blog e collaboro da tempo con riviste elettroniche. Pratico molto lo sport e in particolare quelli che mi permettono di stare a contatto con Madre Natura e, seguendo i suoi insegnamenti, lasciar respirare il mio corpo e il mio spirito.

Pubblicato il 1 ottobre 2018, in Pensieri concisi con tag , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

  1. Ironico, mi viene in mente una bella frase di un certo individuo. “Se potessi essere qualcos’altro sceglierei di essere un virus e cercherei di sterminare il maggior numero di persone nel mondo”. Non è stato Hitler, ma un tale “Malthus”, presunto economista e demografo nonché sostenitore (già nell’800) che la terra era già arrivata al limite delle proprie capacità sostenendo la necessità di scatenare carestie e guerre per distruggere l’uomo considerato una vera piaga per il mondo. Da lui nascono le teorie “Malthusiane” che tendono (ed oggi è così) a glorificare gli animali e disprezzare l’essere umano. Oggi sono più tutelati gli animali che le persone. Consigliava tra le altre cose di sopprimere i disabili e lasciare che i poveri morissero di stenti. Consigliava di non fare figli e rimanere scapoli o zitelle. I più grandi “Malthusiani” oggi sono ai vertici della chiesa e in tanti luoghi di potere. Che belle teorie…

    "Mi piace"

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: