08/04 – Anello del Monte Stino (Idro – BS)


La provincia di Brescia è caratterizzata, tra varie altre cose, dalla presenza di tre grandi laghi: a est il Garda, a ovest l’Iseo e al centro il più minuto lago d’Idro, interamente circondato dai monti dell’alta Val Sabbia, tra i quali il Monte Stino. Data la sua posizione dominante sulla prativa vetta di questa montagna gli austriaci avevano scavato trincee, postazioni di sentinella e galleria, immediatamente abbandonate al momento dell’entrata in guerra dell’Italia che ne prese possesso estendendole e rinforzandole. Ancora oggi è possibile vedere tali manufatti della Grande Guerra e questo, assieme alla possibilità d’incontrare rare essenze floreali, dona grande valore a un’escursione che offre pochi, sebbene interessanti e (nella parte superiore) vasti, scorci panoramici: dalla sommità della rupe che rappresenta punto d’arrivo del sentiero di salita lo sguardo gira a trecentosessanta gradi, navigando fino all’Adamello, al Carè Alto e alla Presanella.

La partenza avviene da Vesta, piccolo abitato di villeggiatura posto sulla sponda sinistra orografica del lago, all’incirca a due terzi (partendo da sud) della sua estensione, dove si arriva con una comoda strada asfaltata che costeggia la sponda lacustre. Un primo tratto pianeggiante attraversa un bosco dove vivono alcuni scoiattoli neri e porta all’inizio vero e proprio del sentiero dalle origini militari.

.

Con varie svolte si sale un ripido pendio costellato da più o meno esili rupi rocciose, la pendenza si mantiene costantemente moderata rendendo il cammino agevole e piacevole. Ogni tanto il bosco lascia spazio a terrazzi panoramici a picco sul lago che invitano alla sosta.

.

.

.

Un lungo traverso sull’alta valle Sassa porta all’ultima balza che con sentiero man mano più stretto e ripido conduce alla base di un cupolotto roccioso (serone di quota 1435) dove ha sede una grotta per cannone oggi adibita a piccolo museo di guerra (il vero museo è a Capovalle). Una faticosa, seppur breve, scalinata porta alla vetta della rupe (ampio panorama) con una prima postazione di sentinella dalla quale, seguendo una breve stretta cresta, si perviene alla seconda postazione di sentinella.

.

.

Una breve ripida discesa leggermente scabrosa porta alla strada sterrata che, attraversando la piana sommitale, conduce al rifugio Monte Stino. Sulla sinistra della strada erti prati con qualche macchia di bosco conducono alla vetta del Monte Stino. Alla sinistra del rifugio, al quale si perviene per prati passando per i resti della cucina da campo qui eretta nel 15-18, parte una traccia che, scendendo un panoramico crinale erboso, indirizza sulla lunga e tortuosa via di discesa: un ampio giro tra boschi e vallette che riporta al punto di partenza..

Dati tecnici

Itinerario (clicca per visualizzare la traccia dinamica e scaricare rotta GPS): Vesta – Via Vantone – Sentiero “Giro dei Forti” – Paröle – Piazze – Sperone q. 1435 – Monte Stino – Rifugio Monte Stino – Mandoàl – Paröle – Sentiero “Giro dei Forti” – Via Vantone – Vesta

Quota di partenza: 389 m

Quota massima: 1467 m

Quota minima: 377 m

Lunghezza del percorso (piana): 13 km

Dislivello totale (approssimativo): 1100 m in salita e 1100 m in discesa

Difficoltà (vedi spiegazione):  E4P

Tempo di cammino standard: 6 ore e 15 minuti

Tempo di cammino Mondo Nudo: 7 ore

Tempo di sosta: 30 minuti vari + 1 ora pranzo = 1 ora e 30 minuti

Durata dell’escursione soste comprese: 8 ore e 30 minuti

Equipaggiamento consigliato

Maglia pesante a maniche lunghe, maglia leggera, pantaloni da trail o escursione, pantaloncini, giacca pesante, eventuale giacca da pioggia (da valutarsi in ragione delle previsioni meteo), berretto, calze, scarpe da trail o escursione, un litro di acqua, viveri a proprio bisogno (pranzo al sacco), zaino.

Nudo

Con la primavera le giornate si fanno più calde, quindi la possibilità di furie di una giornata favorevole al cammino a nudo si fa ormai alta, purtroppo è questo un percorso che a giornate di solitudine ne alterna altre di grande frequentazione, frequentazione che risulta sempre assidua sul tratto sommitale, pertanto la possibilità di mettersi a nudo non è prevedibile e andrà valutata sul posto: potremmo dover restare sempre vestiti, ma potremmo anche fruire di una lunga permanenza nelle normalità del nudo.

Come sempre se la temperatura lo permette la sosta pranzo verrà effettuata in posizione adeguata al mettersi a nudo.

Dati di viaggio

Ritrovo principale (si raccomanda la massima puntualità e di arrivare a posto con la colazione: durante il trasferimento in auto non si fanno soste intermedie): ore 06:40 al parcheggio di via Fucine in Prevalle (BS)

Partenza dal ritrovo principale (ritardo massimo 5 minuti): ore 06:50

Ritrovo a destinazione (si raccomanda la massima puntualità e di arrivare a posto con la colazione): ore 07:45 al parcheggio di via Sasse 1 in Vesta – Idro (BS)

Tabella di marcia (indicativa)

Inizio escursione (ritardo massimo 10 minuti): ore 08:00

Punto di passaggio Orario psg.
Partenza parcheggio auto 08:00
Paröle 08:20
Piazze 10:20
Sperone q. 1435 11:35
Monte Stino 12:00
Sosta pranzo – ripartenza 12:30
Rifugio Stino + sosta caffè 13:10
Mandoàl 14:40
Paröle 16:10
Arrivo parcheggio auto 16:30

N.B.

VivAlpe non è un programma escursionistico organizzato, ma solo la pubblica condivisone di escursioni al fine di promuovere la normalità del nudo anche nell’ambito escursionistico. Detto questo, resta comunque inteso che la finalità principale è quella escursionistica, il nudo (non obbligatorio; accettiamo ben volentieri la presenza di amici che preferiscono restare vestiti) verrà attuato solo quando possibile.

 Per partecipare

  1. Se ancora non vi siete registrati tra gli Amici di Mondo Nudo innanzitutto compilate questo modulo, via e-mail riceverete conferma della registrazione (tenete d’occhio anche la posta indesiderata). Se prima di registrarvi volete partecipare a una o due escursioni per conoscerci a noi sta bene, ma non potremo contattarvi per eventuali segnalazioni sull’uscita (sospensioni, modifiche, eccetera).
  2. Entro la sera del venerdì che precede l’evento compilate e inviate l’apposito modulo, se vi siete registrati tra gli Amici di Mondo Nudo riceverete conferma per e-mail.

Informazioni su Emanuele Cinelli

Insegno per passione e per scelta, ho iniziato nello sport e poi l'ho fatto anche nel lavoro. Mi piace scrivere, sia in prosa che in versi, per questo ho creato i miei tre blog e collaboro da tempo con riviste elettroniche. Pratico molto lo sport, in particolare quelli che mi permettono di stare a contatto con la natura, seguendo i suoi insegnamenti ho imparato a lasciar respirare il mio corpo e il mio spirito.

Pubblicato il 2 ottobre 2017. Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Un blog non è un forum ma un ambiente di lettura, i commenti devono essere coerenti al tema della pagina, concisi e non reiterativi.

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: