7 settembre – Val della Lana (Gardone V.T. – BS)


Altra montagna molto nota dove trovare un posticino tranquillo è difficile ma non impossibile, quantomeno fuori dal periodo di caccia. L’itinerario proposto è, tra quelli ormai poco battuti, il più accessibile e, a parte la fatica dovuta alla sua lunghezza e alla pendenza quasi sempre sostenuta, comodo da percorrere anche senza indossare pesanti tute che possano proteggere dalla vegetazione folta e spinosa .

La valle della Lana è una laterale della più nota e in parte frequentata valle d’Inzino, si diparte da questa nella sua parte mediana e sale fino alla base della Corna Tiragna, le cui pareti rocciose dominano i prati della cascina Costarica. Da qui, con percorso faticoso ma entusiasmante e panoramico, si aggirano le dette pareti per raggiungere il crinale che unisce la Corna Tiragna alla vetta del Castel Bertino, una delle tre cime che compongono il Monte Guglielmo.

Il percorso prosegue su comoda sterrata scendendo sul versante opposto a raggiungere il vicinissimo rifugio Almici, da qui un lungo tratto di cemento, fortunatamente accorciato da tre tagli su sentierino, porta alle due malghe Guglielmo (di sopra e di sotto). Dalla malga bassa si prende un sentiero che velocemente porta alla Malpensata dove si riprende la sterrata, tagliandone subito un lungo tornante per vecchia mulattiera oggi alquanto sgangherata. Ripresa la più comoda sterrata si perviene in breve alla Croce di Marone dove si imbocca il lungo sentiero che discende per intero la fresca interminabile Val d’Inzino.

Si è escursione particolarmente impegnativa, molto più di quelle impostate in questo 2019, ma la finalità di VivAlpe non è tanto quella di starsene nudi per qualche ora ma quella di assaporare la montagna e l’inclusione in essa, VivAlpe non è programma di passeggiate ma di escursionismo e queste sono uscite tipiche dell’escursionista medio, quelle più gratificanti e desiderate. quelle che devono entrare nel suo bagaglio di esperienze, per cui… almeno una ogni tanto la devo mettere, anche perché sono queste le sole uscite che consentono di vivere a fondo la montagna, di affinare quel sentimento che permette di integrarsi in essa, di assaporare per un tempo non infinitesimale il gusto della nudità.

Comunque a metà salita esiste la possibilità di accorciare il giro rinunciando alla salita della vetta (e al tratto più bello del giro) per portarsi direttamente con strada sterrata e ripidi tratti cementati alla Croce di Marone, valuteremo la questione alla partenza in ragione dei partecipanti, possibile la creazione di due gruppi che si separano a metà per ritrovarsi alla Croce di Marone, in ogni caso altra valutazione verrà fatta nel corso dell’uscita in funzione dell’orario in si arriverà al bivio.

Dati tecnici

Itinerario: Parcheggio di Inzino Gorga (si potrebbe arrivare anche più avanti ma è sempre pieno, alla fine sono pochi minuti a piedi) – Passo del Diavolo (bivio val d’Inzino con valle della Lana) – Cascina di Lana – Incrocio strada per Croce di Marone – Cascina Costarica – Corna Tiragna – Castel Bertino – Rifugio Almici – Croce di Marone – Val d’Inzino – Parcheggio si Inzino Gorga

Quota di partenza: 409 m

Quota massima: 1262 m

Quota minima: 409 m

Lunghezza del percorso (piana): 17 km / 13 km per l’anello ridotto

Dislivello totale (approssimativo): 1690 m in salita e 1690 m in discesa / 1100 per l’anello ridotto

Difficoltà (vedi spiegazione): E4P

Tempo di cammino: 8 ore e mezza / 6 ore e mezza per l’anello ridotto

Tempo di sosta: 30 minuti pranzo

Durata dell’escursione soste comprese: 9 ore / 7 ore per l’anello ridotto

Equipaggiamento consigliato

Maglia pesante a maniche lunghe, maglia leggera a maniche corte, pantaloni da trail o escursione, pantaloncini, giacca pesante, eventuale giacca da pioggia (da valutarsi in ragione delle previsioni meteo), berretto, calze, scarpe da trail o escursione, un litro di acqua, viveri a proprio bisogno (pranzo al sacco), zaino.

Dati di viaggio

Ritrovo principale (si raccomanda la massima puntualità e di arrivare a posto con la colazione: durante il trasferimento in auto non si fanno soste intermedie): ore 07:00 al parcheggio del capolinea Metrò al Prealpino nel lato est (quello più vicino all’ingresso Metrò), via Triumplina – Brescia (BS)

Partenza dal ritrovo principale (ritardo massimo 5 minuti): ore 07:15

Ritrovo a destinazione (si raccomanda la massima puntualità e di arrivare a posto con la colazione): ore 07:45 al parcheggio di Inzino Gorga, quello subito dopo il ponte dove la strada si restringe notevolmente vicino a un piccolo laghetto di pesca sportiva (se fosse pieno si daranno sul posto le indicazioni per trovare altro parcheggio).

Tabella di marcia (indicativa)

Inizio escursione (ritardo massimo 10 minuti): ore 08:00

Punto di passaggioOrario psg.
Partenza parcheggio auto08:00
Inizio Val della Lana09:00
Incrocio strada Croce di Marone10:15
Cascina Costarica10:45
Corna Tiragna11:30
Castel Bertino12:00
Rifugio Almici12:20
Sosta pranzo – ripartenza12:50
Malga Gulgielmo di Sotto13:30
Croce di Marone14:30
Arrivo parcheggio auto17:00

N.B.

VivAlpe non è un programma escursionistico organizzato, ma solo la pubblica condivisone di escursioni al fine di promuovere la normalità del nudo anche nell’ambito escursionistico. Detto questo, resta comunque inteso che la finalità principale è quella escursionistica, il nudo (non obbligatorio; accettiamo ben volentieri la presenza di amici che preferiscono restare vestiti) verrà attuato solo quando possibile.

Per partecipare

  1. Se hai il contatto telefonico (viene dato alla prima partecipazione ad un evento) inviami un messaggio su WhatsApp o Telegram o SMS entro la sera del giorno precedente l’uscita, indicando il punto di raduno a cui ti farai trovare.
  2. Se non hai il contatto telefonico mandami, nello stesso termine e con le stesse indicazioni di cui sopra, una e-mail. Per avere l’indirizzo e-mail registrati tra gli Amici di Mondo Nudo innanzitutto compilate questo modulo, via e-mail riceverete conferma della registrazione e l’indirizzo e-mail per confermare la vostra partecipazione (tenete d’occhio anche la posta indesiderata).
  3. Se prima di registrarti vuoi partecipare a una o due escursioni per conoscerci presentati direttamente al punto di ritrovo principale o, meglio, avvisami usando il modulo di contatto in modo che possa confermarti l’effettuazione dell’uscita e contattarti per eventuali segnalazioni sull’uscita (sospensioni, modifiche, eccetera).

Informazioni su Emanuele Cinelli

Insegno per passione e per scelta, ho iniziato nello sport e poi l'ho fatto anche nel lavoro. Mi piace scrivere, sia in prosa che in versi, per questo ho creato i miei tre blog e collaboro da tempo con riviste elettroniche. Pratico molto lo sport, in particolare quelli che mi permettono di stare a contatto con la natura, seguendo i suoi insegnamenti ho imparato a lasciar respirare il mio corpo e il mio spirito.

Pubblicato il 16 luglio 2019. Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Un blog non è un forum ma un ambiente di lettura, i commenti devono essere coerenti al tema della pagina, concisi e non reiterativi.

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: