Archivi Blog

Nudi al lavoro


Non esiste l’impossibile, esistono solo cose che non si vogliono fare!

Quando, la scorsa estate, ho pubblicato “Nudisti in azienda? Un valore aggiunto!” la principale obiezione, tra altro avanzata dagli stessi nudisti (sic!), è stata quella di una cosa improponibile, di un qualcosa senza senso, di una situazione che avrebbe imbarazzato gli stessi nudisti. Orbene, come avevo già detto nell’articolo stesso, non facevo solo teoria, non avanzavo solo ipotesi e belle speranze, ma mi basavo su dati reali, su esperienze pratiche che alcune aziende avevano già fatto.

Andiamo a vederne alcune, ce ne sono molte altre delle quali, purtroppo, la rete ne ha perso o non ha mantenuto le tracce.

Onebestway – Lo psicologo aziendale David Taylor mette a nudo il personale e dopo un breve iniziale imbarazzo, il morale migliora, il dialogo si fa più sincero, la produttività cresce e l’azienda migliora.

Bold Italic’s – Sperimentano per un mese e … vogliono continuare.

Nude House dove i vestiti sono assolutamente proibiti. (Collegamento rimosso perché il sito è stato chiuso)

Definitive dove, nel 2009, l’esperienza è stata motivata da una serie TV “The Naked Office” di Virgin1

Qui c’era un video che ho rimosso in quanto censurato da Youtube per violazione dei termini

Non esiste l’impossibile, esistono solo cose che non si vogliono fare!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: