Archivi Blog

Le ricette del “Cuoco Nudo”: Risotto zenzero e curcuma


Iniziamo l’anno nuovo con un, spero, gradito ritorno: il cuoco nudo e le sue ricette. Questa è quella che si è inventato per il pranzo di fine anno 2017… buon appetito!


Ingredienti (per 4 persone)

Per il brodo: 3l d’acqua, 2 carote, 1 costa di sedano, 1 cipolla, 1 porro, 2 spicchi d’aglio, pepe nero in grani, sale grosso.

Per la salsa decorativa: 10 cucchiaini da te di zenzero in polvere, 5 cucchiaini di curcuma in polvere, olio extravergine di oliva.

Per il risotto: mezza cipolla, 3 spicchi d’aglio, 50g di zenzero in radice, 15 cucchiaini da te di curcuma, olio extravergine di oliva, 300g di riso da risotto, 20g di burro di malga.

Preparazione

Come prima cosa fare il brodo. In una capiente pentola versare l’acqua, aggiungervi le verdure intere o tagliate a metà, qualche grano di pepe nero e il sale grosso. Mettere sul fuoco a fiamma alta che poi abbasserete quando inizia il bollore per lasciar sobbollire all’incirca quaranta minuti. Spegnete il fuoco e coprite, riaccenderete a fuoco basso una decina di minuti prima d’iniziare a fare il risotto.

Ora preparare la salsina della decorazione. Versare in una tazza tutta la polvere di zenzero, aggiungervi la curcuma, versare un poco d’olio e mescolare. Continuando a mescolare, aggiungere man mano altro olio finché il composto assume una densità semiliquida, coprirlo e metterlo da parte.

Infine passare al risotto vero e proprio. Riaccendere sotto il brodo per riportarlo a leggero bollore. Nel frattempo tritare finissimamente cipolla, aglio e la radice di zenzero. Versare in un’adeguata pentola tre cucchiai d’olio e mettere a fuoco basso. Quando l’olio s’è scaldato aggiungervi il trito, mescolare e lasciar imbiondire. Aggiungere un poco di brodo filtrato e, mescolando, lasciarlo evaporare quasi completamente. Versare il riso, mescolare in continuazione per un paio di minuti, aggiungere un primo mestolo di brodo e, sempre mescolando, lasciarlo evaporare per tre quarti per poi versare un altro mestolo di brodo e continuare così fino a cinque minuti dalla perfetta cottura del riso. Sciogliere in una mezza tazza di brodo caldo la curcuma e versare il composto sul riso, completare la cottura. Aggiungere la noce di burro, mescolare per bene al fine di ottenere una perfetta mantecatura e levare dal fuoco. Versare in ogni piatto la relativa parte di risotto, tenendo il piatto con una mano con l’altra picchiettarlo al di sotto del fondo in modo da distribuire per bene il riso, prendere la salsina della decorazione e con un cucchiaino farla cadere a gocce e strisciate sul riso. Servire ben caldo accompagnato da vino bianco molto secco frizzante.

Le ricette del “Cuoco Nudo”: capesante in salsa di zenzero


Ingredienti (per quattro persone)

8 capesante (mezzo guscio), 60 grammi di radice fresca di zenzero, 50 grammi di cipolla, un vasetto di yogurt bianco (anche di soia) non zuccherato, 3 fette biscottate ai cereali senza zucchero (oppure del pane duro ai cinque cereali), mezzo bicchiere di olio extravergine di oliva, sale, pepe bianco, un limone, burro.

Preparazione

Lavare lo zenzero e la cipolla e tritarli a piccoli pezzi, lavare le capesante, grattugiare le fette biscottate.

In un piccolo tegame versare l’olio e farlo scaldare, aggiungere la cipolla e lasciarla imbiondire, aggiungere lo zenzero e, mescolando in continuazione, farlo appassire abbondantemente. Versare il composto in un alto e stretto contenitore, aggiungere lo yogurt e lavorare abbondantemente con un frullatore a immersione fino a ottenere una soffice crema.

Prendete le capesante e adagiatele in un piatto da forno, salatele e pepatele, versate su ognuna un poco di succo di limone e di olio, ricopritele con due cucchiai di crema allo zenzero e infine riempite quasi completamente il guscio delle capesante con il trito di fetta biscottata, sopra il quale adagiate una piccola noce di burro. Mettete al forno che avevate preventivamente scaldato a 180 gradi centigradi e lasciate cuocere per una quindicina di minuti.

Sfornate e impiattate decorando il piatto con una fetta di limone e una strisciata di crema allo zenzero. Accompagnare con spumante secco.

Le ricette del “Cuoco Nudo”: risotto con gamberetti e zenzero


Ingredienti (per quattro persone)

Per il risotto: 350 grammi di riso per risotti, 2 litri di brodo di polpo, 350 grammi di code di gambero sgusciate, 50 grammi di radice fresca di zenzero, pepe, un limone, mezzo bicchiere di olio extravergine di oliva, un bicchiere di vino bianco secco fermo o mosso (va bene anche dello spumante).

Per il brodo di polpo: 3 litri di acqua, 1 polpo di circa 7 etti, 2 spicchi d’aglio, pepe nero in grani, una gamba di sedano, un limone, una cipolla, sale grosso.

Preparazione

Preparate il brodo di polpo mettendo a lessare il polpo insieme agli spicchi d’aglio interi, qualche grano di pepe nero, la gamba di sedano tagliata in due parti, il limone e la cipolla tagliati in quattro parti, un’adeguata presa di sale grosso. Quando il polpo è quasi cotto spegnete la fiamma e lasciate raffreddare completamente. Levate il polpo, filtrate il brodo e assaggiatelo: se è troppo carico di sapore aggiungete uno o due bicchieri di acqua.

Lavate le code di gambero, lavate e tritate finemente lo zenzero, lavate e spremete il limone. Rimettete al fuoco il brodo di polpo per riportarlo a bollore per poi tenerlo in sottobollo.

In una larga casseruola mettete l’olio e fatelo scaldare a fuoco moderato, quando inizia a fumare abbassate la fiamma e versate i gamberetti facendoli soffriggere fino a che diventano rossi. Aggiungete lo zenzero e mescolando in continuazione fate insaporire per un minuto, poi aggiungete anche il riso. Un altro minutino per far cantare quest’ultimo ingrediente e a questo punto versate il vino. Quando il liquido è evaporato completamente aggiungete due mescoli di brodo. Lasciate assorbire quasi completamente, sempre mescolando con una certa frequenza onde evitare che il riso attacchi al fondo della pentola, e continuate la cottura aggiungendo un mescolo di brodo alla volta. A fine cottura se necessario aggiungete ancora un poco di brodo per ottenere un risotto non troppo asciutto. A fuoco spento aggiungete una spruzzata di succo di limone e pepate leggermente, mescolate e impiattate decorando a vostro piacere.

Servite immediatamente accompagnando con lo stesso vino (o spumante) usato per la cottura.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: