Meglio nudi


Il sesso così martoriato mi fa sofferenza.
Chi dice di difender la vita, perché non difende anche il sesso?
Ma anzi lo reprime, lo umilia, lo fa capro espiatorio di tutto.
Di tutti i mali l’incolpa, esecrando abominio.
Ma proprio di questo voglio parlare – talia fando (1).

Mi metto nudo alla luce del sole ed ei m’accarezza.
Non sono “cosacce”, ma quel che Natura m’elegge di fare.
Son nudo-natura, pulito, più bianco del bianco.
Il corpo stesso amando la luce del sole m’ha indicato la via.
Nihil novi sub sole (2): sappiam bene come stanno le cose!

Perché dunque tanto ipocriti da cedere imbelli alla bianca pezzuola?
Non so chi ci vende, appena siam nati, al finto biancore,
linda e candida veste per contrasto al nefasto, all’orrore.
Non so chi ci strazia presentandoci al tempio,
senza chieder ci circoncide le carni – sia pur con rito simbolico -,
ci costringe a un contratto d’affitto del corpo, ci segna su un libro.

La natura ci fa uomini, appena siam nati, liberi e puri.
Incolpabile è il corpo che nudo-nato ha visto la luce.
Dettàmi “divini” ne vietan l’accesso, salvo eccezioni e quadri approvati.
Un corto guinzaglio ci stringe a una cuccia, al costume, alla legge.
Non mi sento falco addestrato alla caccia, col cappuccio sugli occhi.

Mi godo ogni raggio di sole, ogni giornata di vita, ogni parte di corpo.
Ci costringon la vita in canoni e leggi, come fosse condanna,
il corpo ad un carcere duro, viviamo da poveri Lazzari.
Imploriamo salvezza, ma da soli ci siam messi in catene.
Povero sesso, assomiglia alla spiga di grano dell’indovinello:

Nato e rinato
battuto e flagellato
coronato di spine
Dio non è
indovina chi è.

Più che i pannicelli, mettendoci nudi, ci siam tolti torvi pensieri.
È stata un’ascesi, una distillazione, un camminare sull’orrido:
abbiam fatto chiarezza, alleggerito lo zaino, sudato non poco.
Ci siamo stupiti nel vederci allo specchio più semplici e schietti.
Stiam bene col corpo che abbiamo, non finiam d’apprezzarlo.
Plancia comandi di tutto: mente, emozioni, inconscio e coscienza.
parla il linguaggio dei fatti, infrange paure e pudori.
Ci aiuta a fidarci di noi, ben piantati per terra, semplici e sobri;
a sentire entro noi il travaso di forze, di linfe e di scosse.

Che significa dunque quel drappo definito “decente”
se non anche garrota che ci stringe la mente.
Lo dico per primo: la vita è un grande mistero della natura;
diffido di chi se l’arroga, sospetto m’affibbi una corbellatura.
Vedo il mio corpo contento come da mo’ venuto alla luce;
non cedo a quel dito puntato, a quel volto sì truce.
«Sono libero» fra me stesso mi dico, «vivo e respiro.»
Sembra pura, sana follia, erasmiana, si vede di rado qui in giro.
Nudo di fuori come trasparente di dentro,
d’improvviso capisco che sono al mio centro.
Scoperto e come indifeso, mi sento al contrario più invulnerabile
stretto e compatto, forse anche bello, rido a chi dice «intollerabile».
Mi pare mi sian cadute le fette di salame dagli occhi
il salame ero io, che non capivo quali fossero i giochi.

«Meglio nudo, mi dico, mi faccio un regalo coi fiocchi.»

(1) Virgilio, Eneide II 6: quis talia fando | Myrmidonum Dolopumue aut duri miles Vlixi | temperet a lacrimis? “Chi dei Mirmìdoni, dei Dòlopi non piangerebbe parlando di questo… ed anche Ulisse, granitico combattente.”

(2) “Nulla di nuovo sotto il sole” Bibbia, Qohelet 1, 9

Informazioni su Vittorio Volpi

Mi interesso di lingue e di libri. Mi piace scoprire le potenzialità espressive della voce nella lettura ad alta voce. Devo aver avuto un qualche antenato nelle Isole Ionie della Grecia, in Dordogna o in Mongolia, sicuramente anche in Germania. Autori preferiti: Omero, Nikos Kazantzakis, Erwin Strittmatter e “pochi” altri. La foto del mio profilo mi ritrae a colloquio con un altro escursionista sulle creste attorno a Crocedomini: "zona di contatto"

Pubblicato il 29 gennaio 2013 su Poesia. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un tuo contributo

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

MOUNTAIN SOUND

LA' DOVE VIVONO GLI ANIMALI

nude races

Copyright Enterprise Media LLC 2010-2017

Fools Journal

Magazine di cultura: letteratura, fotografia, arte, moda, queer life, eventi, musica, cinema, attualità

Aurora Gray Writer

Writer, dreamer, voracious reader and electric soul.

Gabriele Prandini

Informatico e Amministratore

Clothing Optional Trips

We share where we bare. Enjoy your trip.

silvia.del.vesco

graphic designer, photographer and fashion stylist

mammachestorie

Ciao, mi chiamo Filippo, ho 6 mesi e faccio il blogger

GUIDAXG

La guida agli eventi per giovani menti

Matteo Giardini

… un palcoscenico alla letteratura! ...

Cristina Merlo

Counselor e Ipnotista

PRO LOCO VALLIO TERME

Promuoviamo il turismo a Vallio Terme eventi - sport - cultura - enogastronomia

I camosci bianchi

Blog di discussione sulla montagna, escursionismo, cultura e tradizioni alpine

Al di là del Buco

Verso la fine della guerra fredda (e pure calda) tra i sessi

The Naturist Page

Promoting social non-sexual Naturism & nudism

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: