Web Reputation


Web reputation, un nuovo metodo per controllare le menti, per violare impunemente la privacy delle persone, per uniformare il loro comportamento, per impedire la manifestazione della libertà d’opinione, per preservare le posizioni di dominio e rendere sempre più schiavi gli schiavi!

Photo by Pixabay on Pexels.com

Fantasmi


Quando i fantasmi degli altri fanno presa su di noi è perché questi fantasmi sono già in noi stessi!

Quando ci risulta impossibile contrastare i fantasmi degli altri è perché quei fantasmi sono ancora presenti in noi stessi!

Benedetto sessantotto!


Per quale motivo i capi dovrebbero sentirsi motivati a trovare modalità di ricompensa se le cose le ottengono anche comportandosi da schiavisti, anche ignorando i diritti dei sottoposti, anche senza chiedere e senza ringraziare? Per quale motivo dovrebbero supportare delle spese quando le stesse cose le possono ottenere a costo molto minore o addirittura pari a zero? Non dico che ci voglia un nuovo sessantotto, ma è sicuro che sia necessario recuperare un certo livello di dignità personale, sia indispensabile interrompere il subdolo ricatto morale silentemente perpetrato grazie ad un alterato concetto di compartecipazione.

08/12 – Grigliata di Fine Anno


Foto Emanuele Cinelli

Seppure con un profilo ribassato riprendiamo la vecchia apprezzata abitudine del convivio gastronomico di fine anno, ovviamente nella modalità vestiti (e nudo) facoltativi. Profilo ribassato perché, trattandosi di evento improvvisato all’ultimo momento, siamo vincolati a un numero chiuso di partecipanti (venti per la precisione) e, pertanto, abbiamo innanzitutto avvisato e sentito coloro che partecipano attivamente alle nostre attività escursionistiche, poi coloro che sono iscritti alla lista degli Amici di Mondo Nudo e solo ora, visto che rimangono ancora alcuni posti disponibili e ci sono delle partecipazioni incerte, rendiamo pubblico questo evento che si terrà, al costo di 27€ (antipasto, grigliata, acqua e vino a profusione), presso un agriturismo negli immediati dintorni di Brescia con ritrovo alle ore 19.30. Al raggiungimento del limite massimo attiveremo una lista d’attesa che verrà sciolta ventiquattr’ore prima dell’evento.

Chi volesse partecipare deve registrarsi, entro le ore 24 di venerdì 30 novembre, attraverso il nostro modulo di contatto mettendo in oggetto “Grigliata di fine anno” e indicando, oltre alle proprie generalità (non nick), la preferenza alimentare (carne o verdura, non c’è menù vegano e non c’è possibilità di senza glutine, ma non ci sarà il primo, solo antipasto a base di salumi e grigliata) e il limite minimo di preavviso per l’annullamento dell’eventuale posizionamento in lista d’attesa. Istruzioni sulla struttura che ci ospita e su come raggiungerla saranno inviate direttamente a chi si registra.

IMPORTANTE
Nel corso della serata verranno scattate fotografie anche per l’utilizzo pubblico su questo blog (relazione dell’evento e altri in futuro), con l’adesione all’evento si autorizzano esplicitamente tali utilizzi; chi non volesse essere ripreso o risultare riconoscibile (per comunicare la normalità del nudo è necessario che le foto siano prive di mascheramenti e velature) lo segnali al suo arrivo e faccia poi in modo di non rientrare nelle inquadrature o di porsi di spalle.

Sodomizzazione di massa


Ovviamente non faccio riferimento alla lecita pratica del sesso anale, bensì parlo di un atteggiamento che, in vari contesti e specialmente nel lavoro, si diffonde sempre più: il mettersi a novanta. Siamo al punto che non solo ci si china senza lamento ma addirittura si compra in proprio la vaselina e non per soffrire meno bensì per facilitare la penetrazione del dominatore. Rendiamoci conto che così facendo diamo solo ragione a quegli amministratori (e quelle persone) che (ancora) ragionano con l’obsoleta (visto quello che viene da anni illustrato e insegnato nei corsi manageriali: assertività, comprensione, gentilezza, condivisone, responsabilizzazione, eccetera) e illecita (viste le leggi e le sentenze, anche se ogni tanto salta pur sempre fuori qualche giudice d’antiquariato o a sua volta chino al potere) regola del “il personale va trattato con cattiveria, per ottenere profitto va sottomesso, schiavizzato”. Ormai, con probabile forte disappunto di coloro che (anche rimettendoci in proprio) nel sessantotto hanno lottato per guadagnare rispetto e diritti, pare proprio la volontà della massa sia quella di lavorare di più prendendo di meno, di soffrire senza godere!

Incontro al Wave de iNudisti


La più grande comunità nudista d’Italia e forse anche d’Europa, iNudisti.it, mantiene fede al suo entusiasmante attivismo e sta preparando un ricco programma di incontri e raduni. Man mano che saranno resi ufficiali provvederò a rilanciarli anche qua per consentire ai miei carissimi lettori di esserne a conoscenza e, magari, potervi partecipare.

Il primo si svolgerà domenica 1 dicembre 2018 presso il Wave Urban Spa in Povegliano Veronese (VR). Trovate tutte le informazioni specifiche nella loro e-zine e sul loro forum.

Wave1

e-Shop Mondo Nudo


Diamo l’ufficialità al nuovo servizio: il negozio elettronico di Mondo Nudo.

Al momento c’è un solo prodotto disponibile (cappellino) ma quanto prima possibile provvederò a predisporre altri prodotti (cominciando con magliette e/ canottiere). Seguiranno anche libri (sicuramente in formato elettronico, forse anche cartaceo) più, spero, soggiorni e viaggi, si tratta solo di trovare le giuste piattaforme di supporto e i contatti con strutture e agenzie turistiche.

Cliccare sull’immagine qua sotto o sulla voce e-Shop del menù superiore per aprire la pagina del negozio e… Buoni acquisti!

Logo

Mondo Nudo su Eshirt

Muri di gomma


 

IMG-20170711-WA0012

Sto percorrendo l’ultimo chilometro di un tiratissimo allenamento in montagna, la temperatura confortevole e lo zaino da corsa mi avevano da tempo indotto a togliermi la maglia. In lontananza due persone, pesantemente vestite, stanno percorrendo il sentiero in direzione opposta alla mia e nel giro di pochi secondi mi sono appresso. Uno dei due mi guarda e ad alta voce commenta “molto meglio stare con la pelle bagnata e il torso nudo che avere la pelle asciutta e la maglietta bagnata!” Immediatamente replico con un semplice “si molto meglio, decisamente meglio”, ma altre possibili risposte mi frullano nel cervello nei minuti a seguire:

  1. Che cacchio ti interessa, saranno fatti miei o no? Che forse l’essere io a torso nudo obbliga te a fare altrettanto?
  2. Non l’ha ordinato il medico che devi necessariamente esporre il tuo parere sulle cose che non ti piacciono, ti basta semplicemente ignorarle.
  3. Sei sicuro di quello che affermi? Hai mai provato a camminare a torso nudo? Ti affidi ciecamente a tutto quello che altri, in questo caso le case produttrici di abbigliamento (che, ovviamente, a divulgare solo quanto a loro favorevole) ti riferiscono?
  4. Ti sei posto il dubbio che, vista la mia età, io abbia una considerevole esperienza e ben sappia quello che faccio?
  5. Lo sai che esistono evidenze medico-scientifiche del fatto che l’indossare indumenti bagnati, anche quelli tecnici da corsa, inevitabilmente provoca proliferazione di batteri e funghi con il conseguente arrossamento e prurito della pelle?
  6. Lo sai che nell’ambito della corsa c’è una corrente che usa il minimo abbigliamento possibile? Lo sai che tra costoro ci sono diversi atleti di calibro mondiale, atleti che vincono le più dure corse?
  7. Comprendi che stando a torso nudo mi tengo la maglietta asciutta per potermi efficientemente riparare da eventuali esposizioni al vento o da abbassamenti di temperatura?
  8. Capisci che la pelle nuda recepisce il minimo raggio di sole riscaldandoci in modo naturale e salubre?
  9. Lo sai che l’effetto benefico della luce ai fini della sintesi della vitamina D, tanto importante per la salute delle nostre ossa, è direttamente proporzionale alla quantità di pelle nuda?
  10. Comprendi che così facendo posso portarmi al seguito molto meno abbigliamento e la conseguente riduzione di peso è un vantaggio notevole per la mia schiena e le mie gambe?
  11. Per quale motivo vai in montagna? Io ci vado per includermi nella stessa e l’inclusione impone il minor utilizzo possibile dell’abbigliamento se non addirittura la sua totale eliminazione dato che la nudità è l’unica modalità che permetta di divenire natura nella natura, montagna nella montagna.

Tra le persone più inutili o addirittura pericolose per l’evoluzione di un dato contesto sociale, e della società intera, vanno senza dubbio annoverati tutti coloro che da ignoranti, nel senso di conoscere nulla o poco dello specifico contesto, o da neofiti, coloro che si sono avvicinati un dato contesto da un tempo relativamente breve, invece di porsi nella condizione del discente ed essere disposti a imparare, si improvvisano in quella di docente e pretendono d’insegnare. Inutili perché nella loro supponenza, nel loro non mettersi in discussione restando prepotentemente ancorati sulle loro convinzioni (unico modo, per loro, di conservarle intatte, di resistere al cambiamento) nulla apportano al contesto e alla società. Inutili perchè ascoltano e cercano solo quanto possa confermare le loro opinioni, tutto il resto lo ignorano bellamente: invece di sviluppare le idee sulla base delle prove, partono da un’idea preconcetta per cercarne solo  le prove che la possano confermare eclissando tutto quanto la neghi. Pericolose perché, essendo molto loquaci, contribuiscono alla diffusione di idee tendenziose, erronee o addirittura false. Pericolose perchè dialogare con loro corrisponde a dialogare con un muro di gomma.

hands black and white fingers palm

Photo by Josie Stephens on Pexels.com

Segnali di rinormalizzazione del nudo


Ottimo, L’Associazione dei Diritti degli Utenti e dei Consumatori si prende carico di pubblicare sul proprio sito, e senza avanzare critiche o inopportune considerazioni, un articolo che riguarda il nudo e il nudismo. Direi un importante segno di normalizzazione del nudo e del vivere nella normalità del nudo. Ora servono altri importanti segnali, serve l’apertura delle istituzioni, il coinvolgimento degli impresari, l’applicazione negli ambiti lavorativi dove è stato ormai palesemente dimostrato che l’abbattimento delle barriere psicologiche date dall’abbigliamento comporta notevoli vantaggi sia per il lavoratore che per l’azienda., Per ottenere questi ulteriori segnali è necessario che il maggior numero possibile di persone si attivino per informare, per diffondere, per segnalare, per divulgare la normalità del nudo e di ogni articolo che in normalità ne parli. Grazie!

ADUC > Perchè il nudismo/naturismo è positivo per i bambini

DSC04536

 

Critiche!


two men in military clothing with guns

Photo by Pixabay on Pexels.com

Criticare: la perenne battaglia del pensiero debole!

Nella crescente attitudine al criticare si è finiti col manifestare le critiche solo per partito preso, per astio, per vendetta, per mettersi in mostra, per circondarsi di un’artefatta barriera che impedisca alla ragione e alla logica di scalfire idee e convinzioni evidentemente immature.

Nella crescente attitudine al criticare ci si è dimenticati del cervello e si è finiti col manifestare critiche anche per quanto è, per sua natura e connotazione, incriticabile, si è finiti col traslare il difetto dallo specifico al generico, dal singolo alla comunità, dal contesto all’assoluto, dal particolare all’assieme, dal ramo alla foresta.

Criticare lo sport, la musica, l’arte, la poesia, la filosofia, il nudismo ed ogni altra cosa similare in forma e in logica è solo un non senso: tutte cose certo dispensabili, d’altra parte tutte cose nemmeno inutili, tutte cose che apportano molti importanti benefici; tutte cose per loro natura prive di difetti, delle quali possiamo solo elencare vantaggi e svantaggi; soprattutto tutte funzioni immateriali esistenti di per se stesse, funzioni che rappresentano, anzi, formano l’essenza, sono la normalità dell’essere umano.

Conformarsi o ribellarsi?


Regole di buona condotta, abbigliamento conforme, immagine costruita, bassi profili, web reputation, nudofobia, eccetera: i poteri (religiosi, economici, politici, sociali) hanno creato e  prepotentemente cercano di mantenere una società finta e bugiarda formata da persone necessariamente finte e bugiarde. Vivere nella paura o vivere nella pace? Conformarsi o ribellarsi?

Vivi e lascia vivere


Sebbene ci siano delle intuitive risposte, sarebbe interessante una ricerca scientifica sul perché esistano persone che devono necessariamente imporre limiti all’azione degli altri.

aged brown chain close

Photo by Miguel Á. Padriñán on Pexels.com

Imbrogli di stato 2


La crescita demografica è ben altro che un vantaggio, è solo la distruzione sempre più veloce delle risorse naturali, già oggi inesorabilmente in continuo calo: nell’anno consumiamo il doppio di quanto la terra possa ricostruire.

sky earth galaxy universe

Photo by Pixabay on Pexels.com

Diffondere il nudo


Segretando e segregando il nudo si ottiene solo di supportarne la visione maliziosa!

abandoned ancient antique architecture

Photo by Pixabay on Pexels.com

Mezzo pieno


Benissimo, guardiamo senz’altro alla parte piena del bicchiere, valutandone opportunamente la sua proporzione con quella vuota.

four champagne flutes with assorted color liquids

Photo by GEORGE DESIPRIS on Pexels.com

Rinormalizzazione del nudo


C’è un unico modo per rinormalizzare il nudo: il vestito come opzione facoltativa ovunque.

129

Sacralità del nudo


Il (corpo) nudo è sacro e sacralità, colpevolmente assurdo insultarlo, deriderlo, sfruttarlo, temerlo, proibirlo; assolutamente doveroso amarlo e rinormalizzarlo.

“Nudi come San Francesco” spot di Toscani per Benetton (CorriereTV)

L’inverso del verso


Se venite ad un mio evento nudo sarò io stesso a suggerirvi di restare vestiti se non gradite mettervi nudi, se vado ad un evento vestito ad oggi nessuno mi ha invitato a mettermi nudo, anzi, caso mai mi è stato raccomando di rispettare coloro che non gradiscono il nudo.

048

Obbligare al nudo


Imponendo il nudo nelle pochissime e limitatissime aree nudiste si ottiene solo di vedersi imporre il vestito nelle ben più numerose ed estese aree vestite.

IMG_5233

Il bicchiere


Giusto guardare al bicchiere mezzo pieno, senza sminuire la valenza della parte vuota dimenticandola.

close up photography of wine glasses

Photo by Valeria Boltneva on Pexels.com

Leggi sul nudismo: meglio il nulla o il poco?


Nel nulla ci si può muovere (quasi) liberamente, nel poco la libertà di movimento è ridotta ai minimi termini e cambiare quel poco è di certo affare assai improbo.

Interruzione forzata di servizio


Carissimo lettore, cari amici, avrete notato che da un mese e più sono poco attivo, gli articoli usciti erano stati preventivamente preparati e predisposti alla pubblicazione automatica, cosa è successo, cosa sta succedendo?

Negli ultimi anni una serie di avvenimenti ha progressivamente eroso quel poco che ero faticosamente riuscito a mettere da parte, ora nuovi avvenimenti rischiano di azzerarlo e, pertanto, devo necessariamente provvedere ad un rinforzo delle attività lavorative. Conseguenza inevitabile è che fino alla risoluzione del problema potrò dedicare molto poco al resto e soprattutto a questo blog che, pur dandomi varie soddisfazioni, di certo non mi produce economia, caso mai la richiede.

Ci sono ancora nove articoli programmati che usciranno progressivamente nei prossimi venti giorni, poi sinceramente non so dirvi quanto e quanto riuscirò ancora a scrivere qualcosa, spero di riuscire comunque a caricare qualcosina ogni tanto.

Parallelamente diventerà più attivo il mio blog abbinato al lavoro, PEARL Galaxy, se volete potete seguirmi li.

Ciao e, speriamo, a presto!

Di seguito la campagna pubblicitaria che è partita, nel caso possa interessare a qualcuno.

Corsi-Pagina001

 

Imbrogli di stato 1


La pensione non è un regalo o un lascito statale, la pensione è la progressiva e parziale restituzione di quanto in precedenza appositamente versato allo stato.

person holding pink piggy coin bank

Photo by rawpixel.com on Pexels.com

Legge sul nudismo


L’unica legge che i nudisti devono proporre e accettare è… “il nudo è lecito sempre, ovunque e comunque”.

IMG_0069

Motociclista


Ehi motociclista, guarda che la linea continua vale anche per te!

road sky clouds cloudy

Photo by Gratisography on Pexels.com

Logica linguistica: libertà di opinione


Un mantra oggi spesso utilizzato, ma…

Logica linguistica: libertà di opinione1806

Turismo nudista


Il nudo pubblico è questione ben diversa dal mero turismo, il nudo pubblico è un modo di vivere, è un importante fattore di evoluzione sociale, è il l’unico strumento che possa debellare tutti quegli atteggiamenti che lo utilizzano come arma di ricatto, offesa, intimidazione, violenza.

img_3175

Turismo naturista


Il naturismo riguarda la natura e non necessariamente il nudo che vi è stato forzatamente inglobato solo decine di anni dopo. Il naturismo nessuno lo critica o lo condanna, il problema è il nudo indi… lasciamo perdere il naturismo e parliamo di nudismo, meglio ancora di semplice e solo nudo.

IMG_DSC7576

Ottenere


Si ottiene quello che si dà: dai violenza ottieni violenza, dai bugie ottieni bugie, dai timori ottieni timori, dai obblighi ottieni obblighi, dai vergogna ottieni vergogna.

IMG_2288

Fare!


Se una cosa è difficile da realizzare non vuol dire che vada accantonata, anzi: le cose difficili danno maggiore soddisfazione!

IMG_DSC7564

Interferenze

“Walk in the mashup side!"

Vita a Lou Don

La vita quotidiana di una borgata alpina dal punto di vista dei suoi unici abitanti

ARDRONINO

Quadricottero con Arduino

El eurociudadano nudista

... eta nik txoria nuen maite ...

mamá nudista

Vivencias y opiniones desde mi condición de mujer, madre, nudista y humana

Freekat2

Finding My Way, Trusting My Path, Sharing My Journey

MOUNTAIN SOUND

LA' DOVE VIVONO GLI ANIMALI - MATTIA DECIO PHOTOGRAPHER

nude races

Copyright Enterprise Media LLC 2010-2018

Fools Journal

Magazine di cultura: letteratura, fotografia, arte, moda, queer life, eventi, musica, cinema, attualità

Aurora Gray Writer

Writer, dreamer, voracious reader and electric soul.

Gabriele Prandini

Informatico e Amministratore

Clothing Optional Trips

We share where we bare. Enjoy your trip.

silvia.del.vesco

graphic designer // photographer // fashion stylist

mammachestorie

Ciao, mi chiamo Filippo, ho 6 mesi e faccio il blogger

GUIDAXG

La guida agli eventi per giovani menti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: